ELEZIONI REGIONALI LOMBARDIA 2018: I SONDAGGI

Seguiamo da vicino i sondaggi, le proiezioni e le intenzioni di voto per le elezioni regionali Lombardia 2018. Pagina in aggiornamento. 

ELEZIONI REGIONALI LOMBARDIA SONDAGGI FEBBRAIO 2018

13 febbraio. La rilevazione di Nando Paglioncelli per il Corriere della Sera restituisce un ulteriore sondaggio che ribadisce la posizione dominante di Fonatana sulle intenzioni di voto. Il candidato del centrodestra sarebbe infatti al 41% con Giorgio Gori fermo al 35%. Il candidato del Movimento 5 Stelle, Dario Violi, fermo al 15%.
Per quanto riguarda i partiti bene la Lega, primo partito secondo il sondaggio con il 23,3% delle preferenze.

8 febbraio. I dati del sondaggio diffuso da Termometro Politico oggi ricalcano il sondaggio dello scorso 1 febbraio e di cui abbiamo già dato notizia e che potete leggere sotto. Ripetiamo: Attilio Fontana al 43%, in vantaggio consistente su Giorgio Gori, fermo al 36,5%. Sembrano dunque assorbite le dichiarazioni sulla “razza bianca” di Fontana, quantomeno sul fronte delle intenzioni di voto dell’elettorato.
Il Movimento 5 Stelle perde terreno e si assesta all’11,9%. Onorio Rosati di Liberi e Uguali è al 3%, Angela De Rosa di Casa Pound al 2%, Giulio Arrighini in coda a quota 1,4%.

1 febbraio. Il primo sondaggio di febbraio relativo alle elezioni regionali lombarde è il risultato di un accordo tra il sito Affari Italiani Milano e l’istituto di ricerca Termometro Politico. Proiezione di voto su un campione di 2600 intervistati.
Il candidato del centrodestra Attilio Fontana è davanti a tutti con il 43% delle preferenze. Giorgio Gori segue a quota 36,5%. Chiude l’ipotetico podio il pentasetllato Dario Violi all’11,9%. Il candidato di Liberi e Uguali Onorio Rosati è al 3%. Più dietro Giulio Arrighini del Grande Nord al 2,2%, Angela De Rosa di Casa Pound al 2% e Massimo Gatti, Sinistra per la Lombardia, all’1,4%.

ELEZIONI REGIONALI LOMBARDIA SONDAGGI FINE GENNAIO 2018

25 gennaio. Interessante sondaggio commissionato dal Corriere della Sera e condotto da Ipsos su un campione di mille aventi diritto al voto residenti nella città di Milano. Per le prossime regionali lombarde gli intervistati milanesi preferiscono Giorgio Gori (28%), seguito da Attilio Fontana (19%), Dario Violi (9%) e Onorio Rosati (4%). È il primo sondaggio che ribalta l’asse Fontana-Gori. Sorprende, però, ed è in grado di ridisegnare la proiezione la percentuale degli incerti: pari a ben il 40% del campione intervistato.
Il sondaggio ha previsto anche una domanda sulla notorietà dei candidati. Anche qui, Gori davanti, conosciuto dal 77% degli intervistati. Fontana fermo al 65%. Meglio Rosati, 26%, del pentastellato Violi, 23%.
Capitolo gradimento potenziale. Gori sempre dall’alto con il 42%. Fontana al 23%. Violi al 12% e Rosati all’11%.
Per quanto riguarda i partiti e le intenzioni di voto alle regionali: Partito Democratico a quota 25,5%, Lega al 18,2%, Movimento 5 Stelle al 15,8%, Forza Italia al 14,1%, Liberi e Uguali al 7,1%, altri di centrosinistra 11,1%, altri di centrodestra al 5,9%. Incerti e astensionisti: 42,1%.
Ricordiamo che il sondaggio in questione riguarda la sola città di Milano.

17 gennaio. Nuovi sondaggi in vista delle prossime elezioni regionali lombarde.
Il primo sondaggio commissionato dalla Rai vede il candidato del centrodestra Fontana al 45,3% e Gori al 38,2%. più indietro Dario Violi del Movimento 5 Stelle al 16,5%.
Un altro sondaggio targato Euromedia e svolto il 15 gennaio, giorno delle dichiarazioni di Fontana sulla “razza bianca”, vede quest’ultimo tra il 43,3% e il 47,7%. A seguire Giorgio Gori tra il 34,4% e il 38,6%. Il Movimento 5 Stelle con Dario Violi tra il 13,4% e il 16,6 mentre Onorio Rosati, candidato di Liberi e Uguali, si posizionerebbe tra il 2,3% e il 3,7%. Attenzione però agli astenuti e agli indecisi, secondo questo sondaggio sarebbero il 39,5%.

ELEZIONI REGIONALI LOMBARDIA SONDAGGI GENNAIO 2018

Il primo sondaggio per le elezioni regionali lombarde del 2018 con Alberto Fontana candidato governatore per il centrodestra, come riporta Affari Italiani, vede un divario del 12% tra centrodestra e centrosinistra, in favore di Lega e soci. Questa proiezione di voto in Lombardia avrebbe convinto gli stati maggiori di Forza Italia e Fratelli d’Italia ad affidarsi al leghista Alberto Fontana dopo il passo indietro di Roberto Maroni. Con quest’ultimo in campo, sempre secondo il medesimo sondaggio, i punti percentuali di vantaggio sarebbero stati 14, gli stessi che avrebbe garantito la candidatura dell’azzurra Mariastella Gelmini.

Gli ultimi sondaggi per le elezioni regionali lombarde del 2018 riservano qualche sorpresa. In testa troviamo ancora Roberto Maroni, candidato del centrodestra e governatore uscente, con Giorgio Gori che però recupera alcuni punti percentuali. Il sondaggio diffuso dall’istituto Ipsos parla rispettivamente del 43% e del 37% di preferenze, stime basate sulle intenzioni di voto. Più indietro il candidato del Movimento 5 Stelle, Dario Violi, attestato al 20%. Sempre forte (e decisiva) pare essere la massa degli indecisi e di chi a oggi intende astenersi.

REFERENDUM PER L’AUTONOMIA IN LOMBARDIA SONDAGGI OTTOBRE 2017

Nel mese del referendum consultivo per l’autonomia della Lombardia, un sondaggio per “addetti ai lavori” restituisce uno scenario piuttosto delineato. Se la vittoria del “sì” viene data per scontata – del resto i due principali antagonisti alle prossime elezioni regionali lombarde, Roberto Maroni e Giorgio Gori, sono entrambi, per motivi diversi, pubblicamente schierati per il sì – è il dato sull’affluenza ad assurgere a nodo della contesa. Da sinistra minimizzano. Da destra ridondano. Tutto secondo copione. I numeri che trapelano e che pubblica Affari Italiani parlano di una affluenza compresa tra il 40 e il 44% e una distribuzione del “sì” che oscilla tra il 67 e l’84%.



ELEZIONI REGIONALI LOMBARDIA SONDAGGI AGOSTO 2017

Diffuso a fine agosto da Scenari Politici un sondaggio sulle intenzioni di voto in Lombardia in vista delle elezioni politiche 2018, dati che possono fornire alcuni spunti in vista delle elezioni regionali che verosimilmente avranno la stessa data. In questo sondaggio la Lega Nord risulta il partito più votato in Lombardia. Il sondaggio è di Winpool per Libero.

Elezioni Regionali Lombardia sondaggi

ELEZIONI REGIONALI LOMBARDIA SONDAGGI GIUGNO 2017

Gli esiti di un altro sondaggio riservato sono resi pubblici dalla testata Affari Italiani e indicano ancora Roberto Maroni in vantaggio sul candidato di centrosinistra e del Movimento 5 Stelle (tuttavia ignoto a settembre 2017).
In base allo studio realizzato Forza Italia si attesterebbe intorno al 13%, mentre la Lega Nord sfiorerebbe quota 24%. Fratelli d’Italia e i partiti centristi al 3%. Sul fronte opposto il Partito Democratico si confermerebbe primo partito con oltre il 29% dei voti. Gli altri partiti e movimenti di sinistra, laddove unissero le forze, si attesterebbero a quota 5%. Movimento 5 Stelle sotto il 20%.
Il partito degli indecisi e degli astenuti a quota 31%.



ELEZIONI REGIONALI LOMBARDIA SONDAGGI APRILE 2017

Il quotidiano Libero ha diffuso ad aprile 2017 la notizia di un sondaggio “top secret” (sic.) fatto girare per le aule di Palazzo Pirelli che vedrebbe Roberto Maroni in netto vantaggio su Giorgio Gori. Il giornale diretto da Vittorio Feltri non specifica la fonte di tale sondaggio ma si limita ad esplicarne i risultati. Ebbene, sempre secondo Libero, Maroni e il centrodestra otterrebbero il 54% di consensi contro il 46% dell’attuale sindaco di Bergamo. Il primo partito sarebbe il Pd con un consenso stimato tra il 24 e il 26%, seguito dal Movimento 5 Stelle e dalla Lega Nord entrambi tra il 22 e il 24%.

 

Autore: Admin [AM]

L'admin [AM] di Elezioni Lombardia 2018 intende raccontare le elezioni regionali in Lombardia del 2018. Se vuoi saperne di più: info@eevacomunicazione.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *