ENERGIE PER L’ITALIA ALLE REGIONALI LOMBARDIA 2018

Si delinea un nuovo possibile protagonista sullo sfondo delle prossime elezioni regionali in Lombardia. Ad avere ufficializzato – a mezzo stampa – la partecipazione del movimento Energie per l’Italia è Stefano Parisi, leader della corrente che intende convogliare e rappresentare alle prossime regionali realtà politiche di centrodestra civiche, liberali, cattoliche e popolari.

Energie per l’Italia può già contare sulla collaborazione di Daniele Nava e Mauro Piazza. Nava è sottosegretario della giunta Maroni e coordinatore regionale per la Lombardia di Energie per l’Italia. Piazza è consigliere regionale. Entrambi erano in quota Lombardia Popolare

Energie per l’Italia appoggia dichiaratamente l’iniziativa di Roberto Maroni sul referendum per l’autonomia del prossimo 22 ottobre.

Ha spiegato Stefano Parisi all’agenzia Adnkronos: “Sono particolarmente lieto della collaborazione di due persone di valore come Daniele Nava e Mauro Piazza. Con loro in Lombardia faremo un ottimo lavoro, al servizio dei lombardi, con l’impegno che questo territorio merita e la linearità politica che i cittadini giustamente vogliono e premieranno. Energie per l’Italia è un movimento aperto e inclusivo e il compito di Nava e Piazza sarà proprio quello di includere le realtà politiche di centrodestra, civiche, liberali, cattoliche, popolari, che cercano un nuovo riferimento politico”.

Il sito di Energie per l’Italia
La pagina Facebook di Energie per l’Italia

Chi è Stefano Parisi

Stefano Parisi è nato a Roma nel 1956 (61 anni). Si laurea in Economia e Commercio all’Università La Sapienza.
Nel 1984 diventa Capo della Segreteria Tecnica del Ministero del Lavoro. Nel 1988 passa alla Vicepresidenza del Consiglio dei Ministri durante il Governo De Mita. Nel 1989 svolge lo stesso ruolo presso il Ministero degli Affari Esteri.

Energie per Italia Regionali Lombardia
Il leader di Energie per l’Italia, Stefano Parisi.

Dal 1992 è il Capo del Dipartimento per gli Affari Economici della Presidenza del Consiglio dei Ministri, mentre dal 1994 è Segretario Generale del Ministero delle Poste e Telecomunicazioni. Nello stesso anno entra nel collegio sindacale della Rai. Nel 1996 è Capo del Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria della Presidenza del Consiglio. Nel 1997 lascia sia il collegio sindacale della Rai che il Dipartimento per gli Affari Economici della Presidenza del Consiglio dei Ministri, per lavorare come Direttore Generale nel Comune di Milano, il cui sindaco è Gabriele Albertini, dando così il “la” a una stretta collaborazione.

Nel 2000 assume la carica di Direttore Generale di Confindustria. Nel 2004 viene nominato Direttore Generale e Amministratore Delegato di Fastweb. Nel 2009 diventa Presidente di Assotelecomunicazioni-Asstel. Nel 2012 passa alla guida di Chili Tv, società che si occupa della diffusione di film in streaming.

Nel 2016 Stefano Parisi si candida come sindaco a Milano per il centrodestra, sostenuto da Matteo Salvini, da Silvio Berlusconi e da Maurizio Lupi. Perde al ballottaggio contro Giuseppe Sala, vincitore delle primarie del centrosinistra.

Autore: Admin [AM]

L’admin [AM] di Elezioni Lombardia 2018 intende raccontare le elezioni regionali in Lombardia del 2018. Se vuoi saperne di più: info@eevacomunicazione.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *