COME FUNZIONA IL VOTO ELETTRONICO?

Addio matite copiative, schede di carta e contestazioni assortite. Il referendum in programma per domenica 22 ottobre sull’autonomia della Lombardia passerà alla storia anche per essere stata la prima tornata elettorale col voto elettronico. Principale sostenitore della novità è stato Roberto Maroni, governatore del Pirellone, protagonista anche del tutorial girato qualche ora fa in rete su come si farà a votare. Il giorno del voto, l’avente diritto potrà tranquillamente dimenticarsi a casa la tessera elettorale e presentarsi al seggio di riferimento munito di carta d’identità. Ad attenderlo troverà un tablet sul quale, con una semplice pressione di un dito, potrà decidere se votare sì, no, o scheda bianca. Non sarà possibile annullare la scheda, non ci sarà rischio di brogli e il risultato sarà reso noto in poco tempo.

Voto elettronico Lombardia come funziona
Ecco come funziona il voto elettronico in Lombardia.

La chiamata alle urne riguarderà quasi otto milioni di lombardi. Si voterà fra le 7 e le 23. In totale, Regione Lombardia metterà a disposizione 24 mila tablet per le operazioni di voto ed è stata prevista anche l’assistenza di un tecnico per ciascuno dei 3.500 edifici utilizzati come sede elettorale. I dati memorizzati saranno criptati. Attenzione, però. In 17 comuni, nella cabina elettorale, ci saranno due tablet e non uno. Il secondo servirà per votare la fusione del Comune. Terminate le votazioni, il presidente darà avvio alle operazioni di chiusura del voto. Le chiavette Usb saranno tolte dalle macchine, verranno inserite nelle apposite buste con tutti gli altri documenti e saranno inviate sigillate all’ufficio elettorale comunale che poi le manderà alla corte d’Appello.

[RR]

Autore: Admin [AM]

L’admin [AM] di Elezioni Lombardia 2018 intende raccontare le elezioni regionali in Lombardia del 2018. Se vuoi saperne di più: info@eevacomunicazione.it

3 pensieri riguardo “COME FUNZIONA IL VOTO ELETTRONICO?”

  1. Spett.le redazione, vi ringrazio per il lavoro che svolgete, davvero molto interessante. Mi chiedevo se anche per le consultazioni politiche e regionali del 2018 le operazioni di voto si svolgeranno con il sistema elettronico sperimentato durante il referendum sull’autonomia. Ne sapete qualcosa?

    1. Buongiorno Giuseppe,
      intanto grazie per le sue parole. Riguardo al voto elettronico: terremo monitorata la situazione ma francamente dubitiamo che possa ripetersi per politiche o regionali 2018.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *